Serviziper le sale Mediatecaprovinciale CinemaConca Verde Cinema Teatrodel Borgo La scuola al cinemaarrivano i film Rassegna stampacinematografica Centro studicinematografici Infoe contatti
IN DIALOGO CON LA DIVERSITÀ
proiezioni e incontri
Proposta per le sale del territorio:
Percorsi, rassegne, serate in cui proporre proiezioni abbinate anche a incontri di approfondimento
 
Proiezioni di film scelti per la loro forza nell’affrontare alcuni argomenti, a cui accostare momenti di commento e approfondimento a cura di esperti, a partire dagli stimoli proposti.
 
ACEC e SAS Bergamo mettono a disposizione la propria esperienza sia per aiutarvi a costruire un percorso (una rassegna di 2-3 serate, o anche serate singole), sia all’interno di rassegne-cineforum che tante sale già fanno, sia indipendentemente da queste.
Consulenza nella scelta dei film e nei contatti con relatori-esperti che cureranno le serate.
 
IN DIALOGO CON LA DIVERSITÀ
in collaborazione con l’Ufficio per la Pastorale dei Migranti       
Negli ultimi anni la composizione sociale dell’Europa e quindi anche dell’Italia è profondamente cambiata. In particolare nel nostro paese il continuo e inarrestabile afflusso di migranti da molte parti del mondo si sovrappone a una situazione economica interna ogni giorno più precaria, con un mercato del lavoro in difficoltà, specialmente per quanto riguarda l’inserimento dei giovani, e un numero sempre più elevato di famiglie italiane vicine alla soglia di povertà. Cosa significa oggi parlare di carità che accoglie? In quale altro modo questo tema si unisce a quello dell’immigrazione, sempre di scottante attualità? Che tipo di incontro è possibile con altre culture, diverse da quella occidentale e cristiana? Ai film possiamo chiedere spunti di riflessione per tutti questi interrogativi.
 
A Ciambra (adolescenza, delinquenza minorile)
My name is Adil (migrazione, rapporto genitori/figli)
Ibi (migrazione, rapporto genitori/figli)
Human Flow (migrazione, viaggio)
Un paese di Calabria (migrazione, carità)
Brooklyn (migrazione, viaggio)
Miracolo a Le Havre (migrazione, carità)
L'ordine delle cose (migrazione, carità)
Il diritto di contare (razzismo, carità)
L’altro volto della speranza (migrazione, carità) 
Gli invisibili (carità, emarginazione, rapporto genitori/figli)
Florida (rapporto genitori/figli, diverse stagioni della vita)
La pazza gioia (malattia, viaggio)
Il ragazzo con la bicicletta (rapporto genitori/figli, adolescenza)
Fuocoammare (migrazione, carità)
Welcome (migrazione, carità)
Almanya (migrazione, rapporto genitori/figli)
Le ricette della Signora Toku (il mondo del lavoro, diverse stagioni della vita)
L’ospite inatteso (migrazione, rapporti di coppia)
 
IMPORTANTE: La proiezione in pubblico dei film (sia dentro un cinema, sia presso sale polivalenti attraverso videoproiettori) va concordata con i detentori dei diritti e la Siae. SAS si occupa di prendere gli accordi necessari con le case di distribuzione e di darvi le informazioni necessarie. Per info sui costi, sulla reperibilità delle copie e ogni aspetto dell’organizzazione contattateci al numero 035 320828. Per consulenza sui titoli e i percorsi biblioteca@sas.bg.it
 
A CIAMBRA di Jonas Carpignano, Italia/Francia 2017, 120' - vietato ai minori di 14 anni
Pio, 14 anni, vive nella Ciambra, la comunità rom stanziale di Gioia Tauro in Calabria, e vuole crescere in fretta: beve, fuma e impara l'arte di truffatore di strada. Quando il fratello maggiore Cosimo non può più badare alla famiglia, Pio deve prendere il suo posto, ma questo ruolo così grande per lui arriva troppo presto...
 
MY NAME IS ADIL di Adil Azzab, Andrea Pellizzer, Magda Rezene, Italia/Marocco 2016, 74'
Storia vera di Adil, cresciuto nella campagna marocchina che a 13 anni raggiunge il padre in Italia. Qui si confronta con la durezza dell'esperienza migratoria, ma anche con le mille nuove occasioni ed esperienze che cambieranno per sempre la sua vita e il suo futuro, facendogli vivere un percorso di crescita tra mondi e culture differenti.
 
IBI di Andrea Segre e Matteo Calore, Italia 2017, 64', documentario
Nata nel Benin nel 1960, Ibi ha fotografato e filmato la sua vita in Italia per 10 anni. Il film nasce dalle immagini, dalla creatività e dall'energia di questa donna migrante che racconta se stessa e la sua Europa ai figli rimasti in Africa. Un viaggio intenso e intimo nel mondo difficile, ma vivo e colorato, di un'artista visiva ancora sconosciuta.
 
HUMAN FLOW di Ai Wei Wei, USA/Germania 2017, 140', documentario
Il regista concentra la sua attenzione sul fenomeno delle migrazioni a livello mondiale. Cercando di capire le conseguenze globali della crisi, ci si interroga su cosa abbia spinto oltre 65 milioni di individui in Europa, Asia, Africa, America a lasciare le loro terre, colpite da guerre, carestie e cambiamenti climatici insopportabili, per un futuro incerto.
 
UN PAESE DI CALABRIA di Shu Aiello e Catherine Catella, Francia/Italia/Svizzera 2017, 91', documentario
Come molti villaggi dell'Italia meridionale, Riace ha sofferto un massiccio esodo rurale. Un giorno di vent'anni fa, una barca con duecento curdi approda sulla spiaggia e gli abitanti accorrono in loro aiuto e a poco a poco, insieme ai migranti, iniziano a rimettere a posto le case abbandonate, rilanciano le imprese e assicurano un futuro alla scuola.
 
BROOKLYN di John Crowley, Irlanda 2015, 113'
Anni '50: immigrata dall'Irlanda negli Stati Uniti, Eilis fatica ad ambientarsi. L'incontro con un giovane di cui si innamora sembra finalmente aiutarla a superare la nostalgia. Quando la morte della sorella la costringe a rientrare a casa, capirà quanto di sé ha lasciato a New York e quanto il fascino di una vita nella madrepatria sia ancora forte in lei.
 
MIRACOLO A LE HAVRE di Akki Kaurismaki, Finlandia/Francia/Germania 2001, 93'
Il lustrascarpe Marcel vive a Le Havre con la moglie Arletty. Dopo aver scoperto che la moglie è malata gravemente incontra Idrissa, un ragazzino immigrato dall'Africa in un container e sfuggito alla polizia. Con l'aiuto dei vicini di quartiere, Marcel si prodiga per aiutare Idrissa a passare la Manica e raggiungere la madre in Inghilterra.
 
L'ORDINE DELLE COSE di Andrea Segre, Italia/Francia 2017, 112'
Corrado, alto funzionario del Ministero degli Interni specializzato in missioni internazionali contro l'immigrazione irregolare, si occupa dei viaggi illegali dalla Libia all'Italia. Quando incontra Swada, somala che cerca di scappare dalla detenzione per raggiungere il marito in Europa, separare il dovere professionale dalla vita privata diventa difficile.
 
IL DIRITTO DI CONTARE di Theodore Melfi, Usa 2017, 127'
L'incredibile storia di tre scienziate afro-americane che hanno lavorato alla NASA per il lancio in orbita dell'astronauta John Glenn, segnando una svolta nella corsa alla conquista dello spazio, ma soprattutto attraversando le barriere di genere e razza e ispirando le future generazioni a sognare in grande.
 
L’ALTRO VOLTO DELLA SPERANZA di Aki Kaurismäki, Germania/Finlandia 2017, 98’
Khaled è un rifugiato siriano che, giunto a Helsinki dopo un viaggio clandestino a bordo di una nave da carico, chiede asilo senza grandi speranze di successo. Wikström è un rappresentante di camicie che avendo vinto al gioco, molla il suo lavoro per aprire un ristorante. I loro destini si incrociano e insieme, forse, riusciranno a trovare ciò che cercano.
 
LA PAZZA GIOIA di Paolo Virzì, Italia/Francia 2016, 116’
Beatrice è una chiacchierona, sedicente contessa e a suo dire in intimità coi potenti della Terra. Donatella è una donna fragile e silenziosa, che custodisce un doloroso segreto. Ospiti di una comunità terapeutica per donne con disturbi mentali, sono classificate come socialmente pericolose. La loro imprevedibile amicizia porterà a una fuga strampalata e toccante, alla ricerca di un po' di felicità.
 
FUOCOAMMARE di Gianfranco Rosi, Italia/Francia 2016, 108’
Samuele ha 12 anni, va a scuola, ama tirare con la fionda e andare a caccia. Abita a Lampedusa, e tutto intorno a lui parla del mare e delle migliaia di migranti, uomini, donne e bambini che negli ultimi 20 anni sono approdati in quest’isola in cerca di libertà. Samuele e i lampedusani sono i testimoni a volte inconsapevoli, a volte muti, a volte partecipi, di una tra le più grandi tragedie umane dei nostri tempi.
 
FLORIDA di Philippe Le Guay, Francia 2015, 110’
Claude Lherminier, ex proprietario di un'importante fabbrica di Annecy, ha 80 anni ma è ancora un uomo vitale. Anche se gli capita di dimenticare le cose e di andare in confusione, si rifiuta ostinatamente di ammetterlo e la figlia maggiore Carole, che lo ha sostituito a capo dell'azienda, cerca di non lasciarlo da solo. Per un capriccio, Claude decide di andare Florida per rivedere l'altra figlia che vive là...
 
LE RICETTE DELLA SIGNORA TOKU di Naomi Kawase, Germania/Giappone/Francia 2015, 113’
Sentaro gestisce una piccola panetteria in cui serve ‘dorayaki’, dolci ripieni di ‘an’, una salsa di fagioli rossi. Toku, una vecchia signora, gli offre il suo aiuto e Sentaro accetta, anche se con diffidenza, prima di scoprire che la donna è molto brava nel preparare quei dolcetti. Grazie al suo ingrediente segreto gli affari migliorano in poco tempo e con il passare delle settimane i due diventano più intimi e confidenti.
 
GLI INVISIBILI di Oren Moverman, Usa 2014, 117’
George non ha un posto dove andare e vive nelle fredde e inospitali strade di New York. Dopo aver trovato rifugio presso un grande centro di accoglienza per senzatetto, entrerà in contatto con la crudele e sconcertante realtà degli emarginati. Tuttavia, grazie all'amicizia con uno degli ospiti del centro, George ritroverà la speranza e cercherà di ricostruire il difficile rapporto con sua figlia, che non vede da anni.
 
IL RAGAZZO CON LA BICICLETTA di Jean-Luc e Pierre Dardenne, Belgio 2011, 87’
Cyril ha dodici anni, una bicicletta e un padre divorziato e insensibile che non vuole più saperne di lui. Durante l'ennesima fuga incontra e ‘sceglie' per sé Samantha, una parrucchiera dolce e sensibile che accetta di occuparsi di lui nel fine settimana. La convivenza però non sarà facile.
 
ALMANYA di Yasemin Samdereli, Germania 2011, 97’
La famiglia Ylmaz vive in Germania da quando il nonno Hüseyin è immigrato alla fine degli anni 60. Durante una riunione di famiglia, Hüseyin annuncia l'acquisto di una casa in Turchia e di un viaggio con tutti loro per andare a risistemarla. Nonostante l'iniziale sconcerto, la famiglia accetta la proposta di partire per la terra d'origine, affrontando un viaggio pieno di ricordi, discussioni e riconciliazioni...
 
WELCOME di Philippe Lioret, Francia 2009, 110’
Bilal, curdo di 17 anni, lascia l'Iraq per raggiungere la fidanzata Londra. Arrivato in Francia, decide di attraversare la Manica a nuoto e incontra Simon, un istruttore. Colpito dall'ostinazione di Bilal, Simon lo allenerà e lo incoraggerà a non cedere alle difficoltà della vita. L'uomo dovrà sfidare le delazioni dei vicini di casa e la legge sull'immigrazione che condanna i cittadini troppo umani e ‘intraprendenti’ col prossimo.
 
OSPITE INATTESO di Tom McCarthy, Usa 2007, 103’
La monotona esistenza del professor Walter Vale viene sconvolta dall'incontro con la senegalese Zainab e il siriano Tarek, giovane coppia di immigrati clandestini che si è insediata, a sua insaputa, nel suo appartamento di New York. Walter e Tarek, grazie alla comune passione per la musica, passano molto tempo insieme e quando Tarek verrà arrestato per un equivoco, Walter cerca di evitargli l’espulsione.