Serviziper le sale Mediatecaprovinciale CinemaConca Verde Cinema Teatrodel Borgo La scuola al cinemaarrivano i film Rassegna stampacinematografica Centro studicinematografici Infoe contatti
50 ingressi omaggio per insegnanti - l'ordine delle cose
Presentato alla mostra del Cinema di Venezia
Mercoledì 20 settembre ore 21.00
50 INGRESSI OMAGGIO PER GLI INSEGNANTI
 
PRESENTAZIONE DELLE PROPOSTE PENSATE PER LE SCUOLE NEL 2017/2018
E PROIEZIONE DEL FILM:
 
L'ORDINE DELLE COSE
di Andrea Segre, con Paolo Pierobon, Giuseppe Battiston
IL REGISTA ANDRE SEGRE SARÀ IN COLLEGAMENTO VIA SKYPE PER PRESENTARE IL FILM
 
<i>ATTENZIONE</i><i>:</i> 50 ingressi omaggio disponibili agli insegnanti di Bergamo e provincia, su prenotazione scrivendo a mediateca@sas.bg.it entro le ore 16.00 di mercoledì 20 settembre. Coloro che ottengono l'omaggio verrano avvisati via mail
La proiezione è aperta a tutti con ingresso a 5,50 euro.
 
L’ORDINE DELLE COSE è uno dei titoli più interessanti  attuali proposti per le scuole nel prossimo periodo. L’invito rivolto agli insegnanti è di approfittare di questa occasione per vedere il film per poi organizzare proiezioni mattutine con le scuole in sala cinematografica.
 
Il film è in programma presso CINEMA CONCA VERDE:
Mercoledì 20 Settembre, ore 21.00 (con 50 ingressi gratuiti riservati agli insegnanti)
Giovedì 21 settembre ore 21.00
Lunedì 25 settembre ore 21.00
 
L'ORDINE DELLE COSE
<i>di Andrea Segre, con Paolo Pierobon, Giuseppe Battiston, Valentina Carnelutti, drammatico, Italia-Francia-Tunisia 2017, 112'.</i>
Presentato alla Mostra del Cinema di Venezia, L’ordine delle cose è il nuovo film del regista di MARE CHIUSO, IO SONO LI, LA PRIMA NEVE. Corrado è un alto funzionario del Ministero degli Interni italiano specializzato in missioni internazionali contro l’immigrazione irregolare. Il Governo italiano lo sceglie per affrontare una delle spine nel fianco delle frontiere europee: i viaggi illegali dalla Libia verso l’Italia. La missione di Corrado è molto complessa, la Libia postGheddafi è attraversata da profonde tensioni interne e mettere insieme la realtà libica con gli interessi italiani ed europei sembra impossibile. Corrado, insieme a colleghi italiani e francesi, si muove tra stanze del potere, porti e centri di detenzione per migranti. La sua tensione è alta, ma lo diventa ancor di più quando infrange una delle principali regole di autodifesa di chi lavora al contrasto dell’immigrazione, mai conoscere nessun migrante, considerarli solo numeri. Corrado, invece, incontra Swada, una donna somala che sta cercando di scappare dalla detenzione libica e di attraversare il mare per raggiungere il marito in Europa. Come tenere insieme la legge di Stato e l’istinto umano di aiutare qualcuno in difficoltà? Corrado prova a cercare una risposta nella sua vita privata, ma la sua crisi diventa sempre più intensa e si insinua pericolosa nell’ordine delle cose.
 
 
Per rimanere aggiornati su tutte le iniziative di Mediateca e S.A.S. Bergamo, visitate il sito internet www.sas.bg.it